intestazione


 
Gli Eventi più recenti
rec
oov
m1

Finalmente una bella notizia, la nostra bravissima Simona sta ottenendo il giusto riconoscimento per il suo costante impegno. Mi limito ad un BRAVA Simona e vi invito a leggere questo articolo di recente pubblicazione.

Donata Graziano.

m2

bal
d
modidon

Giovedì 13 Febbraio, improvviso cambiamento di programma alla Biblioteca Gallaratese: “Modigliani sostituisce Duchamp”. Il 24 Gennaio 1920 moriva a Parigi Amedeo Modigliani, doveroso ricordarlo nel centenario della morte perché è stato un grande italiano del ‘900 che con il suo stile inconfondibile ha lasciato un’impronta indelebile in un mondo dell’arte dominato da stranieri. Donata Graziano l’ha presentato sotto il profilo umano:  un uomo insoddisfatto che con la sua vita “bohemienne” è stato il portabandiera dei “geni incompresi”. E  sotto il profilo artistico: un grande pittore unico ed inconfondibile che ha inventato nuove forme pittoriche esclusivamente attraverso il ritratto. Dinnanzi ai suoi dipinti  non si può restare indifferenti, sono figure silenziose, riservate, volti ancestrali velati di malinconia da cui traspare l’anima dell’artista.


doconf2

Seconda parte di Arte al femminile: una galoppata tra le amazzoni delle avanguardie e tra quelle che si sono affermate nel movimento dell’espressionismo astratto americano. Ricordate anche le pittrici più note al grande pubblico come la De Lempicka, la Kahlo e la O’Keeffe. Ringraziamo, come sempre, la socia Donata Graziano che, con Anna Meroni, ci offre l’opportunità di  rispolverare i nostri ricordi  o di farci conoscere ed approfondire nuovi argomenti. Grazie a tutti i presenti che con la loro presenza dimostrano interesse e simpatia nei confronti della nostra Associazione.

doli

Giuseppina d’Orio, moglie, mamma, nonna, pittrice, ceramista, poetessa e scrittrice, una donna vivace, allegra, attenta, disponibile, che nella sua vita ha affrontato molte sfide sempre con il sorriso e confortata da una fede profonda. Oggi ha presentato il suo secondo libro in cui racconta un periodo di degenza presso l’Istituto Auxologico San Giuseppe di Piancavallo. “Vite Intrecciate” è una sorta di diario in cui la protagonista Pina descrive in maniera coinvolgente, simpatica e divertente la convivenza in una stanza d’ospedale dove, tra una visita ed una terapia, un gruppo di signore si scambiano ricordi, paure,  aspettative e speranze. Giuseppina in questo libro non si è limitata alla descrizione di un vissuto ma è riuscita a dare senso  ai sentimenti che ha provato vivendo questa esperienza. Non è un libro triste, è la storia di tanta voglia di ricominciare a vivere che si legge facilmente .
Hanno partecipato alla presentazione ed espresso lusinghieri commenti:   il Sindaco del Municipio 8 Simone Zambelli, l’Assessore Fabio  Galesi, il Presidente di Sirio Giancarlo Luini, l’amica Stefania Biondi  e lo scrittore Ezio Gavazzeni in qualità di moderatore.  

Donata Graziano


Gli Eventi del 2019

Sito sviluppato e mantenuto da AssociazioneArtistico Culturale Gruppo Sirio ©  All right reserved